Posizione geografica

Bookmark and Share

L'Antartide è la massa di ghiaccio che ricopre la regione più a sud della Terra. Il Trattato Internazionale dell'Antartide la definisce sotto il profilo geopolitica come l'intera area che si estende al di sotto dei 60° di latitudine sud. Ai fini scientifici, è invece più utile il confine oceanografico e biologico della Convergenza Antartica, che segna il limite della differenza di temperatura tra le acque polari e quelle temperate.
Osservata dallo spazio, l'Antartide appare come uno scudo di ghiaccio, che ha il suo centro al Polo Sud e di qui si estende in ogni direzione per circa 2.500 chilometri, fino al mare. Una grande penisola - la Penisola dell'Antartide - , lunga più di 1.500 chilometri, si proietta verso il Sud America. Due grandi baie contrapposte, una ad est e l'altra a ovest della Penisola, delimitano i due mari - il mare di Weddell e il mare di Ross rispettivamente -, che entrano nel continente per 500-1.000 chilometri di lunghezza e 1.000 chilometri di larghezza. Entrambi sono in gran parte ricoperti da un'estesa banchisa glaciale.
La massa continentale è quasi interamente compresa all'interno del Circolo Polare Antartico ( 66° 33' lat. sud ) ed è circondata dall'oceano Antartico, che la separa dagli altri continenti. Il più vicino è il Sud America, a circa 1.000 chilometri; l'Australia e la Nuova Zelanda sono a circa 2.200 chilometri; il Sud Africa a 3.600.
L'oceano Antartico è formato dalla confluenza meridionale degli oceani Pacifico, Atlantico, Indiano. Le sue caratteristiche fisiche e chimiche ( temperature molto basse e alto contenuto di minerali ) e la sua elevata produttività biologica ne fanno un ben definito e separato ecosistema marino. Il suo limite settentrionale è costituito dalla Convergenza  Antartica , che è la linea dove le acque fredde e poco saline che risalgono dalle coste dell'Antartide  incontrano e vengono spinte verso il basso dalle acque più calde e saline provenienti dalle regioni più temperate: la differenza di temperatura è di 2-3 gradi centigradi. Disposta come una cintura intorno al continente antartico, tra i 50° e i 60° di latitudine sud, a 300-400 chilometri dalla costa, la Convergenza Antartica rappresenta un confine biologico e non geografico: a sud di essa, tutte le forme di vita sono altamente specializzate e adattate alla sopravvivenza nel particolarissimo ecosistema antartico.
La superficie dell'Antartide è stimata intorno ai 14 milioni di chilometri quadrati, che comprendono anche la parte di calotta glaciale che si protende sui mari: equivale all'estensione degli Stati Uniti e dell'Europa insieme. La calotta ricopre il 98% della superficie del continente ed ha uno spessore medio di 2.000 chilometri. Da essa emergono solo le cime delle montagne più alte, che superano i 4.500 metri sul livello del mare e sono piuttosto numerose. Per questa ragione, l'Antartide è il continente con l'altitudine media più elevata del mondo.

Il Polo Sud al centro dell'Antartide è Polo Sud Geografico. E' il punto nel quale l'asse di rotazione della Terra incontra la superficie: corrisponde alla latitudine più meridionale - 90° sud -, dove tutti i meridiani si incontrano. Oltre a quello geografico, si definiscono i poli magnetico e di inaccessibilità relativa.

Il Polo Sud Magnetico è il punto nel quale convergono le linee di forza del campo magnetico terrestre. La sua posizione varia con il variare del campo magnetico e si sposta ogni anno di 10-20 chilometri: attualmente è localizzato nella Terra di Adelia.
Il Polo d'Inaccessibilità Relativa è il punto del continente più distante dalla costa e quindi da ogni altra Terra: è situato a 86° 06' di latitudine sud e 40° 58' di longitudine est.
Nell'area che circonda la Convergenza Antartica, si trova un gran numero di piccole isole e arcipelaghi, disseminati ai limiti degli oceani. Si tratta di un'area geografica non omogenea ma indicata col nome d'Area Sub Antartica, per indicare che è strettamente correlata all'Antartide sebbene ne rimanga distinta da alcune caratteristiche climatiche, biologiche e oceanografiche.
Tra i gruppi più importanti di isole vi sono: sul versante atlantico, la Georgia del Sud, le Orcadi e le Sandwich Australi, Tristan da Cunha e Bouvet; sul versante indiano, Prince Edward, Crozet, le Kerguelen, Amsterdam, Saint Paul, McDonald e Heard; sul versante pacifico, Macquarie, Auckland, Campbell, Antipodes, Bounty e Balley.
L'Antartide è una delle regioni più antiche della Terra. Non ha però sempre occupato la sua posizione attuale. Faceva parte del continente scomparso di Gondwana, che era formato dal Sud-America, l'Africa, l'India, il Madagascar e l'Australia, prima che si separassero. Se ne distaccò circa 65 milioni d'anni fa e un movimento di deriva la spinse sempre più a sud, fino alla sua posizione odierna, intorno al Polo, in una delle aree più fredde del nostro pianeta.

20-25 milioni d'anni fa, si formò la calotta glaciale che ricopre quasi interamente e alla quale si doveva la convinzione, oggi superata, che l'Antartide fosse un'unica grande massa continentale. Grazie ai più recenti studi geologici e geofisici, sappiamo invece che se tutto il ghiaccio che la riveste venisse asportato, l'Antartide si mostrerebbe formata da due grandi regioni, separate dall'oceano, sul quale il ghiaccio forma un ponte tra il mare di Ross e il mare di Weddell. La regione ad est del meridiano di Greenwich è l'Antartide Orientale e consiste in un'unica placca di forma rotondeggiante. L'altra regione è l'Antartide Occidentale, molto meno estesa e formata da alcuni gruppi di isole di differente grandezza, separate da tratti di mare chiusi. All'origine faceva parte del sistema montuoso all'estremità meridionale dell'oceano Pacifico - il Sistema Andino -, che s'interrompe a sud della Terra del Fuoco ma prosegue con il così detto Arco della Scozia (isole Shetland e Orcadi Australi, isole della Georgia del sud) e la Penisola dell'Antartide.

La maggior parte del territorio sub-glaciale dell'Antartide Orientale è occupata da una pianura, sepolta sotto la calotta glaciale. L'area è delimitata da alcuni sistemi montuosi che superano spesso i 3.000 metri d'altezza ed emergono dal ghiaccio. Il sistema più esteso è la Catena Transantartica, che attraversa il continente, dalla Terra di Coats, sul mare di Weddell, alla Terra Vittoria, sul mare di Ross. E' la spina dorsale dell'Antartide e corre lungo la linea di demarcazione tra le regioni Orientale e Occidentale. La cima più alta è il monte Kirkpatrick con i suoi 4.500 metri sul livello del mare.
La catena montuosa principale dell'Antartide Occidentale è la Catena Antartica Andina, che si estende lungo la Penisola, con rilievi che oltrepassano spesso i 4.000 metri d'altezza. La Catena d'Ellsworth è l'altro sistema montuoso importante di questa regione, e va dalla base della Catena Antartica Andina alla parte centrale di quella Transantartica. Il monte Vinson tocca i 5.140 metri ed è la vetta più elevata.

Le aree non coperte dai ghiacci sono solo il 2% della superficie dell'Antartide, Corrispondo a isolati picchi montuosi, chiamati con il nome eschimese "nunataks", o a piccole valli con un clima particolarmente favorevole, chiamate "oasi".

Anticamente, l'attività vulcanica è stata molto intensa in Antartide, in particolare lungo l'Arco della Scozia. Il vulcano più importante è il monte Erebus, alto 5.000 metri: si trova all'isola di Ross, al largo della Terra Vittoria.